Lavori Conclusi

Coppia di Candelieri in argento

Coppia di Candelieri in argento

Genova 1777

 

Dimensioni e pesi:

Candeliere di sinistra: ø base 140 mm. - altezza 248 mm. – Peso 443 gr.

Candeliere di destra:   ø base 140 mm. - altezza 244 mm. – Peso 440 gr


  • Sono le leghe costituenti le varie parti del reperto coerenti con una produzione del XVIII secolo?

I risultati delle indagini eseguite sono alquanto disomogenei dal punto di vista quali/quantitativo.

Infatti, le analisi quantitative effettuate vicino ai marchi successivamente ad una normale spatinatura superficiale, evidenziano che i punti analizzati risultano essere composti da una lega bi-elementale argento e rame senza tracce di altre impurezze e con un tiolo della lega talmente alto da essere difficilmente plausibile con l’epoca dei reperti.

Analizzando però le medesime zone, successivamente ad una forte spatinatura, i dati ottenuti mettono in evidenza una lega bi-elementale argento e rame con percentuali in peso coerenti con la produzione genovese del 1777 (923‰ e 926‰) e con tracce di piombo.

Inoltre, le analisi qualitative effettuate sui boccioli dei due candelieri Usuccessivamente ad una forte spatinaturaU, evidenziano che i punti analizzati risultano essere composti da una lega con percentuali talmente elevate di zinco, rame e nickel da poterla definire come ottone, ovvero non compatibile con i reperti.

  • Sono stati effettuati trattamenti superficiali di tipo galvanico?

Si, in base ai risultati precedentemente esposti si può evincere che i candelieri sono stati sottoposti ad una forte argentatura galvanica per mascherare le alterazioni ed i restauri presenti.

CONCLUSIONI

In base alle evidenze raccolte si può quindi che i candelieri fin qui analizzati sono stati realizzati nella città di Genova nella 1777, che i marchi improntati sui relativi piedi sono autentici e che la lega metallica Ag/Cu che li caratterizza è coerente con epoca e territorio.

Lo stato di conservazione deve essere però considerato mediocre in quanto oltre ad i palesi restauri presenti sul collo del piede di uno dei due candelieri, sono presenti delle forti alterazioni strutturali nella sommità degli stessi, in quanto la lega metallica che caratterizza i due boccioli superiori è ottone.